Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser

Stop alle allergie con l’acqua termale

L’acqua termale può indirettamente apportare beneficio in caso di allergie, agendo sui sintomi causati dall’allergia stessa, anche in associazione a terapie farmacologiche. Soprattutto quando non se n’è mai sofferto, difficilmente si pensa che un raffreddore fastidioso, macchie e prurito sulla pelle, asma insistente, occhi che lacrimano possano essere sintomi allergici.

In realtà, le allergie (che non sono altro che la risposta immunologica anomala verso sostanze provenienti dall’ambiente esterno), complici anche inquinamento atmosferico, additivi alimentari e altre sostanze chimiche presenti nell’ambiente, colpiscono sempre più soggetti, tanto che oltre il 15% di connazionali ne soffre, senza considerare coloro che non lo hanno ancora scoperto.

In particolare, i trattamenti termali disponibili presso Milano Terme sono efficaci per i sintomi di allergie respiratorie (rinite allergica), attraverso metodi naturali, indicati anche in età pediatrica, che sfruttano le proprietà delle acque sulfuree o salsobromoiodiche  di Salsomaggiore e Tabiano Terme, ricche di idrogeno solforato. I sintomi possono essere grandemente ridotti, se non del tutto eliminati, grazie a trattamenti personalizzati, studiati dai medici esperti dello staff di Milano Terme. Anche in caso di particolari sensibilità, essi infatti troveranno sempre un’alternativa innocua e ugualmente efficace nell’ampio ventaglio disponibile.

I trattamenti termali per le vie respiratorie contemplano generalmente inalazioni a getto diretto e l’aerosol-humage, mentre per le dermatiti atopiche, ad esempio, è particolarmente indicata la balneoterapia con acqua sulfurea di Tabiano, effettuabile però solo presso lo stabilimento Termale di Tabiano. Ogni bagno dura tra i 15 e i 20 minuti, a una temperatura di circa 37 gradi. Il trattamento è indicato anche in età pediatrica, a patto di aver superato i due anni.

Le cure sono tanto più efficaci quanto sono praticate nella fase cosiddetta di stabilità dell’allergia e non in quella acuta. Ecco perché per le forme allergiche prettamente legate alla primavera è opportuno intervenire tra febbraio e aprile, mentre per le allergie da acari tra la seconda parte dell’estate e la prima parte della stagione autunnale (agosto-ottobre). L’effetto delle cure termali contro le allergie è variabile dai 4 ai 6 mesi, mentre i cicli di trattamento in genere durano 10-12 giorni. Come è facile intuire, cicli più brevi necessitano di essere ripetuti in modo ravvicinato al fine di ottenere gli stessi risultati in termini di efficacia.

Scritta il 23/03/2017